QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

Sarà un 23 maggio diverso dagli anni passati, ma il bisogno civile di ricordare le stragi di Capaci e Via
D’Amelio, nelle quali persero la vita i giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e gli uomini delle loro scorte
non si ferma.
Le restrizioni dovute all’emergenza per l’epidemia da coronavirus ci impediscono di ricordare insieme. Non
ci sarà il viaggio degli studenti con la Nave della Legalità, non potremo partecipare alla cerimonia
dell’Albero di Falcone, ma non viene meno la consapevolezza dell’importanza della memoria: la necessità di
ricordare il sacrificio di donne e uomini coraggiosi resta un caposaldo della nostra democrazia e
accompagna il percorso di crescita civile delle nuove generazioni.
Questa comunità si stringe nel ricordo di un momento drammatico della storia del nostro Paese,
consapevole del proprio impegno a vigilare affinché il ricordo diventi testimonianza attraverso il lavoro
quotidiano di tutti.
La Dirigente Scolastica
Loredana Smario

 

In primo piano